Counseling Integrato per le professioni sanitarie


In ambito sanitario il counseling trova numerose applicazioni: nell’accoglienza degli utenti, nell’ascolto attivo dei loro bisogni e nella loro educazione; Il counseling favorisce nei pazienti la consapevolezza, la compliance ai trattamenti e l’adattamento funzionale.

 

Il counseling è realmente un’opportunità per la sanità

Corso Counseling Sanitario

 

Counseling e contesto sanitario

Scopri di più! Vieni a trovarci agli OPEN DAY
 

Il contesto sanitario è un contesto professionale estremamente difficile, che presenta molte problematiche.


PERCHÉ?

C’è un elevato grado di turn-over: spesso gli operatori vengono  spostati da un reparto all’altro, oppure addirittura se ne vanno. C’è un elevato grado di burn out (sindrome da esaurimento) e un numero considerevole di  segnali che esprimono forti disagi da parte degli operatori.
All’interno del mondo sanitario la persona che si avvale dei servizi è spesso insoddisfatta.
Nella logica della sanità moderna, il paziente è un vero e proprio cliente e come tale dovrebbe godere di servizi che corrispondono a questo status.

La formazione al counselling è realmente un’opportunità per il contesto sanitario?

Gli operatori (medici e infermieri), sanno bene, che nella cultura sanitaria attuale il tempo da dedicare alla relazione è poco e mal organizzato. Spesso gli operatori vivono le emozioni dei loro assistiti come un intralcio o come segnale di un ulteriore “disturbo” della persona e non come espressione del mondo emotivo del paziente/cliente. Sono, ormai, note a tutti le complicazioni che possono nascere da una comunicazione della diagnosi non corretta.

Il counselling predispone e prepara l’operatore alla gestione degli stati emotivi. Il counselling può aiutare nel comunicare una diagnosi. Il counselling può aiutare medici, infermieri ed operatori socio sanitari nella relazione tra di loro e in una migliore comprensione del lavoro di e in gruppo. Le abilità di counselling oltre che aiutare l’operatore sanitario nella gestione del mondo interno del paziente/cliente possono aiutarlo nella gestione del mondo interno personale.  Rispetto all’area dirigenziale il counseling risponde efficacemente con strumenti concreti a queste domande:

  • Come si gestisce un gruppo?
  • Come si coordina un’équipe?
  • Come si gestiscono i conflitti verticali e orizzontali?
  • Come si fa ad agire comunicare delle domande?  

Infine non dobbiamo dimenticare gli operatori di front office che sono a diretto contatto con tutta l’utenza che si avvicina alla struttura sanitaria. Questi operatori sono il filtro e gli intermediari fra la richiesta d’aiuto e il soddisfacimento del bisogno. Questo è il settore dove spesso nascono le prime forti insoddisfazioni dei clienti. Spesso quando presentiamo le abilità di counseling molti professionisti si accorgono che tali competenze sono da sempre inserite e teorizzate in numerosi manuali. Di fatto però la loro applicazione e soprattutto la loro comprensione profonda non è così scontata. La formazione al counseling consente di rendere applicabili e spendibili concretamente concetti che vengono appresi attraverso un’esperienza di gruppo che segue il processo: SAPERE  SAPER FARE  SAPER ESSERE.

CORSO di 64 ore
Il corso si svolgerà con un minimo di 12 iscritti


Il Corso intensivo è indirizzato a professionisti della salute interessati a sviluppare nuove competenze relazionali in ambito sanitario.
Una sanità moderna, efficiente, sostenibile, partecipativa, richiede inderogabilmente nuove abilità professionali finalizzate alla promozione della salute, al raccordo tra processi di cura e individui, ad una migliore integrazione tra risorse e potenziale umano.

 

SE VUOI CONOSCERE I DETTAGLI CONTATTACI

Gli obiettivi generali della formazione al Counseling nel settore sanitario sono:

  • Apprendere nuove strategie relazionali e comunicative
  • Gestire lo stress e prevenire il burn-out.
  • Approfondire la conoscenza degli interventi volti alla prevenzione delle malattie e alla promozione della salute.
  • Comprendere il ciclo salute-malattia in una visione salutogenetica ed olistica dell’uomo.
  • Promuovere l’apprendimento di  stili di vita sani.
  • Progettare e realizzare interventi di sostegno brevi nei diversi contesti sanitari.
  • Migliorare l’integrazione e l’interazione delle diverse figure professionali che operano nei contesti sanitari.

Metodologia

  • Il Sistema Pluralistico Integrato è il modello teorico-applicativo dei corsi.
  • Il corso base si sviluppa su 4 moduli teorico-pratico-esperienziali, suddivisi in 30% teoria, 70% pratica guidata.
  • Le lezioni in aula sono svolte con tecniche di apprendimento attivo.
  • La parte esperienziale è caratterizzata da: giochi di ruol e, lavori di gruppo.
  • Il percorso didattico agevola la co-costruzione di “nuove” abilità professionali
  • I processi formativi ASPIC mirano a far acquisire, ai partecipanti, una maggiore autonomia e una flessibile capacità di auto-monitoraggio.

ECM - La comunicazione salutogenetica e patogenetica
nelle relazioni che curano Lunedì 16 dicembre


SEDE San Giorgio a Cremano (NA) - Viale R. Tartaglia, 11

Dalle 8.30 alle 15.30 – 6 ore di formazione – 9 crediti E.C.M.
ll corso si svolgerà con un minimo di 8 iscritti SCARICA IL PROGRAMMA

Una formazione teorico-esperienziale che si propone di fornire i fondamenti teorici e pratici per l’acquisizione di capacità comunicative e relazionali che facilitino l’autoconsapevolezza, il saper essere e il saper fare. L’obiettivo formativo è quello di potenziare la comunicazione efficace e trasmettere competenze relative all’ascolto. Codice del corso: 1125-79391.

 

 

 


Il Counselor ottiene riconoscimenti importanti. Ecco la Videointervista a Bernardo Bonanni, direttore Divisione Prevenzione e Genetica Oncologica Ieo Milano, che parla del counseling come supporto fondamentale per i pazienti in oncologia. Ringraziamo per la segnalazione Lorenzo Pierella.
 


Dal film "Patch Adams"

“Voi mi chiedete se esercito la medicina.
Se questo significa aprire la porta a chi ha bisogno e a chi è sofferente, accudirlo, ascoltarlo, mettergli un panno fresco in fronte fino a che la febbre si abbassa.
Se è questo fare il medico, se è questo curare un paziente, allora mi dichiaro colpevole. [...] La missione di un medico non deve essere solo prevenire la morte ma anche migliorare la qualità della vita. Ecco perchè se si cura una malattia si vince o si perde, ma se si cura una persona vi garantisco che in quel caso si vince, qualunque esito abbia la terapia.”

time

Orari di segreteria

  • Lunedi:dalle 10:00 alle 19:00
  • Martedìdalle 15:00 alle 19:00
  • Mercoledìdalle 10:00 alle 19:00
  • Giovedìdalle 10:00 alle 19:00
  • Venerdìdalle 15:00 alle 19:00
contact

Contatti

  • DirezioneNumero: 334 - 3417188
  • Sede Legalee per la corrispondenza
    P.za Vittorio Emanuele II, 34, 80046, S. Giorgio a Cremano, Napoli
  • C.F. - P.IVA 02546500642
mail

Mail

  • MAIL Infoinfo@aspicnapoli.it
  • MAIL direzionecounselingaspicnapoli@gmail.com
  • C.F. - P.IVA 02546500642
book

COrsi aspic

  • Corsi AspicI Corsi ASPIC sono basati esclusivamente sulle nostre attività di ricerca scientifica, consultate gli oltre 100 testi pubblicati di attività scientifica prodotta
position

Dove siamo in italia

  • italy