ORARI DI SEGRETERIA

Dal Lunedì alla Domenica dalle ore 07:30 alle 21:00

CONTATTI

Direzione : 3343417188 Segreteria: 081 276753 Sede Legale e per corrispondenza P.zza Carlo III di Borbone N°34, 80046 S.Giorgio a Cremano - Napoli -

MAIL

MAIL Informazioni e Segreteria info@aspicnapoli.it MAIL Direzione counselingaspicnapoli@gmail.com C.F.- P.IVA 02546500642

CORSI ASPIC

I corsi ASPIC sono basati esclusivamente sulle nostre attività di ricerca scientifica Consultate gli oltre 100 testi di attività scientifica prodotta

DOVE SIAMO

QUELLO CHE UN COUNSELOR DEVE SAPERE

ASPIC fornisce consulenza ai propri soci con l’aiuto di un commercialista

che da anni segue il mondo dei Counselor Professionisti.

- Legge n° 4 del 14.01.2013 = la legge contenete Disposizioni in materia di professioni non organizzate. - Decreto legislativo 196 del 30.06.2003 = codice in materia di protezione dei dati personali (testo sulla Privacy). - Dovere di diligenza (codice deontologico) = adempiere i propri doveri professionali con diligenza. - Dovere di segretezza e riservatezza (codice deontologico) = mantenere il segreto sull’attività prestata e sulle informazioni in essa acquisite. - Dovere di competenza (codice deontologico) = accettare solo incarichi per i quali si abbia un’adeguata competenza. - Obbligo di formazione permanente (codice deontologico) = curare costantemente la propria preparazione professionale. - Rapporto di colleganza (codice deontologico) = mantenere nei confronti dei colleghi un comportamento ispirato a correttezza e lealtà. - Polizza di responsabilità civile professionale = garantisce il professionista per i danni che possono derivare dall’esercizio della propria professione. - Obblighi = sottoporre il contratto ed il consenso informato. - Obblighi al I incontro = è necessario informare il cliente sulle aree di competenza e i confini professionali. - Codice per emettere fattura = codice ATECO 89.00.00

Il Counseling: Competenze, strumenti e life skills:

Le risorse che la formazione offre

Le life skills sono abilità personali, interpersonali, cognitive e fisiche che rendono le persone capaci di controllare e indirizzare la propria esistenza e di sviluppare la capacità di convivere nel proprio ambiente, riuscendo a modificarlo.

Sono esempi di life skills individuali:

- La capacità di prendere decisioni e di risolvere i problemi. - Il pensiero creativo e quello critico. - La consapevolezza di sé e l’empatia. - Le abilità comunicative e relazionali. - La capacità di gestire le proprie emozioni e lo stress. ​ - Le life skills sopra descritte sono componenti fondanti per lo sviluppo delle abilità personali e professionali. - Sono alla base della promozione della salute. - Le persone che si formano al counseling apprendono e potenziano le loro life skills.

Il Counselor: La professione tra Arte e Scienza

Il counseling è una pratica professionale svolta all’interno di una relazione definita da un contratto, che consente ai clienti (individui, gruppi, sistemi) di sviluppare il proprio potenziale, l’autonomia personale, professionale e culturale per gestire al meglio le proprie risorse nella risoluzione di problemi soggettivi e interpersonali; favorisce la promozione del benessere, la prevenzione del disagio psico-sociale, l’aiuto e l’orientamento [...] agevolando lo sviluppo dell’identità e delle attitudini dell’individuo considerato in interazione costante con il suo contesto di appartenenza (Tolan, 2003).

Abilità di counseling e counselor professionisti

Alcuni esempi, per meglio comprendere, l’efficacia della nostra formazione

Il contesto Multiculturale:

- Avere una consapevolezza della propria cultura. - Evitare di imporre i propri valori. - Riconoscere i limiti delle proprie esperienze e delle proprie competenze multiculturali.

Il contesto Lavorativo

- Problematiche legate al stress, burn-out e conflitti. - Orientamento per l’evoluzione professionale e per fronteggiare le crisi.

Il contesto Socio-assistenziale:

- Per aiutare e risolvere i problemi di carattere pratico. - Per esaminare e potenziare le risorse di supporto sociale del territorio.

Il contesto Sanitario: approfondimento

- Per la prevenzione. - Per la comunicazione della diagnosi e la compliance. - Per l’intervento nelle situazioni traumatiche di emergenza. - Per il sostegno nelle malattie croniche. - Per la preparazione all’inabilità e alla morte.

Il contesto Scolastico: approfondimento

- Per lo sviluppo delle competenze educative. - Per supportare gli allievi nelle relazioni e nello studio. - Per agevolare la comunicazione: insegnante-alunno-genitore. - Per attuare interventi volti a diminuire i problemi di emarginazione. - In molte università sono promosse attività di counselling per orientare gli studenti e sostenerli.